La grafica onirica di Chagall

Chagall_grafica_sogno

Avete in programma una passeggiata per il centro pedonale di Monza durante questi ultimi giorni di feste? Tra una compera e un dolcetto suggerisco una sosta culturale all’Arengario e ai Musei Civici per la mostra Marc Chagall: la grafica del sogno.
Allestita in due differenti sedi ospita oltre 300 acqueforti che riproducono in toto i tre cicli grafici più importanti realizzati dall’artista russo, considerati ormai un corpus inscindibile: “Le Anime Morte” tratte dal romanzo di Gogol’, “Le Favole” di La Fontaine e “La Bibbia“.

Per quanto riguarda la tecnica e i simbolismi di Chagall potete trovare informazioni approfondite in un mio precedente post. I disegni esposti in questa mostra sono invece l’occasione per scoprire uno Chagall atipico, lontano da quelle pennellate espressioniste e dalle macchie di colore che lo rendono immediatamente riconoscibile. In questo caso la forza e la vivacità dei pigmenti fanno posto ad un’elegante – e quasi straniante – alternanza di bianchi e neri.

“Mi sembra che qualcosa mi sarebbe mancato se, a parte il colore, non mi fossi occupato anche di incisione e litografia.” (Marc Chagall)

La mostra è l’occasione per approfondire la relazione che legava Chagall e l’editore parigino Ambroise Vollard, mercante d’arte tra i più rinomati di quel periodo che gli commissionò l’illustrazione de Le Anime Morte di Gogol’ (1923-27) e, dopo poco, de Le Favole di La Fontaine (1927-30).
L’imponente ciclo di 105 acqueforti dedicate alla Bibbia nasce invece nel 1930 – sempre su richiesta di Vollard – ma rimanda ad un universo culturale e spirituale a cui Chagall ha sempre attinto fin dalle sue prime opere giovanili. Il progetto della Bibbia lo assorbì a tal punto da fargli intraprendere un viaggio in Israele per visitare di persona i luoghi dei Profeti e, rientrato a Parigi, vi si dedicò a fasi alterne fino al 1957.

Questo slideshow richiede JavaScript.

In questi tre cicli grafici Chagall sviluppa una riflessione circolare. Attraverso i viaggi del misero protagonista Cicikov, nelle Anime Morte affronta il tema di un’umanità concepita in tutta la sua grettezza e volgarità, dando allo stesso tempo uno spaccato della Russia di metà Ottocento. Nelle Favole approda al mondo favolistico e mitologico, sviscerando la natura nella sua duplice componente umana e ferina, con animali ormai chiaramente antropomorfizzati nelle sembianze e nei comportamenti (come nella meravigliosa incisione de La gatta che diventa una donna). Con il ciclo biblico si torna, infine, a parlare dell’imperfezione dell’uomo che, tuttavia, nella sua finitezza trova riscatto dal peccato grazie alla luce salvifica di Dio; in queste tavole si avverte un forte afflato religioso e la selezione degli episodi più salienti è dettata dalla volontà di aderire il più possibile al testo sacro.

Se vogliamo, l’unica pecca riguarda l’allestimento. Per una manifesta disattenzione di chi ha collocato le opere, i titoli associati alle incisioni non sempre obbediscono al criterio logico prestabilito in legenda, obbligando il visitatore ad indovinare di quale opera si tratti.
A parte questo, l’esposizione è interessante e unica nel suo genere, da consigliare a tutti gli amanti di Chagall che, anche in questi straordinari cicli grafici, sapranno ritrovare la bellezza e la precisione del suo tratto e il taglio onirico dei suoi lavori.

La mostra sarà visitabile fino al 6 gennaio, dunque nel caso affrettatevi.

Annunci

4 comments

    1. Sempre carinissima, grazie! L’allestimento purtroppo ha reso un po’ difficoltosa e poco immediata la lettura delle varie opere, ma per il resto una mostra davvero interessante. Le incisioni sono meravigliose! Beh, che io adori Chagall penso non sia una novità… 😀 Buona giornata!

    1. 
Grazie mille, mi fa piacere! La produzione grafica di Chagall è un po’ meno nota rispetto ai suoi grandi dipinti, ma presenta disegni di alto valore artistico… meritava un approfondimento! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...