Londra

Christian Dior, Designer of Dreams al V&A di Londra

“Penso al mio lavoro come a un’architettura effimera, dedicata alla bellezza del corpo femminile.” Christian Dior, 1957

Fino al 1º settembre il Victoria & Albert Museum ospita la più importante retrospettiva allestita nel Regno Unito dedicata al celebre stilista e imprenditore francese, Christian Dior.
È la mostra del momento, sold out online dopo poche settimane, anche di persona bisogna armarsi di pazienza e pregare in un pizzico di fortuna. Se però non siete riusciti a procurarvi un biglietto o non potete recarvi a Londra vi accompagno io tra i meravigliosi allestimenti del V&A.

Vestiti scintillanti, eleganti abiti da sfilata, da gala e per il red carpet. Quale donna non ha mai sognato di potere indossare un abito della Maison Dior almeno per una sera?
È lunga la lista di nobildonne, modelle, attrici e celebrities di Hollywood che hanno avuto questo privilegio: tra i numerosi abiti in mostra ritroviamo quello confezionato per il 21° compleanno della Principessa Margaret, così come gli iconici abiti dorati che Charlize Theron si “sfila” nelle sensuali pubblicità del profumo J’adore. (altro…)

Annunci

David Bowie is… here!

david_bowie_is_mambo_2016

David Bowie is è la mostra che racconta i mille volti di un artista che ha rivoluzionato il panorama musicale e visivo degli ultimi cinquant’anni con uno stile sempre innovativo eppure estremamente riconoscibile.

Ma chi era davvero David Robert Jones?
Difficile tentare di riassumere in poche righe le trasformazioni di un artista così camaleontico ed imprevedibile: Ziggy Stardust, Halloween Jack, The Thin White Duke e Nathan Adler, sono solo alcuni dei suoi numerosi alter ego creati (complice anche il suo fascino androgino) per poter reinventare di continuo la propria immagine. (altro…)

Bellezza preraffaellita

Bellezza. Simbolismo. Raffinato estetismo.
La visita estiva alla mostra torinese Preraffaelliti, l’utopia della bellezza mi dà l’opportunità di parlare di un movimento artistico che ha segnato profondamente l’età vittoriana. La Confraternita dei Preraffaelliti, nata in Gran Bretagna nel 1848 in aperta polemica al Neoclassicismo Accademico, si propose immediatamente come un movimento artistico e letterario d’avanguardia in grado di unire allo stesso tempo tradizione e novità.

Purezza dei temi e ritorno alla naturalezza dell’arte dei “primitivi” (gli artisti Prerinascimentali) erano ottenuti attraverso un’originale carica mistico-simbolica e un linguaggio decadente che nella sua ultima fase – tra ricchi drappeggi, cascate floreali e sensuali profili femminili – trovò un perfetto connubio con l’estetica Liberty di fine secolo. Lo stile elegante ed estremamente raffinato è la cifra stilistica di un movimento che ha fatto della ricerca della Bellezza il suo punto di forza.

La celeberrima Ofelia di John Everett Millais (1851-52) può, forse, essere considerata l’opera-simbolo del pensiero Preraffaellita.